mercoledì 12 febbraio 2014

Zone territoriali omogenee



Cosa sono le zone territoriali omogenee?

Come abbiamo già detto in altre occasioni, il territorio comunale è diviso in zone territoriali omogenee (ZTO), queste sono contrassegnate da lettere maiuscole, le loro eventuali sotto zone con l'aggiunta di un numero arabo (es. A1, A2, A3....).
Vediamo in dettaglio le zone territoriali:
Zona A - centro storico - solitamente si effettuano interventi di recupero;
Zona B - semi-centro -edificabile per uso residenziale da verificare con che intensità edilizia;
Zona C - periferia -           ".            ".    ".          ".          ".        ".         ".    ".       ".            ".    ;
Zona D - zona destinata ad insediamenti produttivi quali, fabbricati industriali, artigianali, centri direzionali e commerciali. Fondamentale che abbia collegamenti agevoli alla rete stradale e che non intralci/aggravi il normale traffico cittadino e periferico.solitamente sono zone situate all'estrema periferia, al confine  con altri comuni. 
Zona E - zona a destinazione agricola in cui si possono edificare soltanto fabbricati utili alla coltivazione del fondo;
Zona F - zona in cui l'edificazione avviene solo in caso di esproprio per la realizzazione di opere di utilità pubblica.






Nessun commento:

Posta un commento